La situazione attuale

Occorre impegnarsi nella riduzione delle perdite idriche e contro le alterazioni fisico/chimiche che comportano il deterioramento della qualità dell’acqua.

Ogni minuto sono dispersi nella rete idrica italiana 6 milioni di litri d’acqua e le persone che potrebbero soddisfare le esigenze idriche con il volume d’acqua disperso in Italia sono stimabili in 10,4 milioni. Nel 2016 in Italia il 67% delle acque superficiali e il 33,5% di quelle sotterranee conteneva pesticidi e in Lombardia nel 2018 solo il 36% dei fiumi ha uno stato ecologico di qualità buona.

La nostra ambizione

Ridurre di oltre un terzo l’acqua immessa nella rete CAP.

infografica_test.png

PERCENTUALE DI ACQUA DISPERSA NELLA RETE SUL TOTALE IMMESSO




Come raggiungere l'obiettivo

  • Incremento della qualità e dell’efficienza del servizio attraverso anche l’identificazione e la rimozione delle perdite.
  • Migliore gestione del rischio relativo alle acque potabili e reflue con l’implementazione di sistemi per la riduzione della vulnerabilità dei sistemi idrici.
  • Gestione delle manutenzioni secondo un approccio preventivo.

Il nostro contributo

75 mln €

STANZIATI DA CAP, NEL QUINQUENNIO 2018-2022, PER CONTRIBUIRE ALLA RIDUZIONE DELLE PERDITE IDRICHE




Come

  • Implementazione sistemi di telecontrollo e telegestione e attività di distrettualizzazione delle reti di distribuzione.
  • Adeguamento degli impianti di produzione con installazione di softstart e inverter.

106 mln €

STANZIATI DA CAP, NEL QUINQUENNIO 2018-2022, PER ASSICURARE LA QUALITÀ DELL'ACQUA DEPURATA




Come

  • Rifacimento di impianti di depurazione.
  • Potenziamento della capacità di trattamento di depuratori.
  • Manutenzioni straordinarie su depuratori.
  • Realizzazione di nuovi collettamenti verso depuratori.
  • Interventi di efficientamento energetico.
  • Posa di misuratori di portata e di analizzatori delle acque di scarico in continuo in ingresso e uscita dagli impianti di depurazione.

Traguardi raggiunti nel 2018

  • Oltre 2.000 km di rete acquedottistica monitorati nell’ambito della campagna per l’individuazione delle perdite occulte.
  • Sviluppo di nuovi progetti di collaborazione per il monitoraggio della falda.
  • Ottimizzazione dei processi di trattamento delle acque reflue e installazione di sistemi di monitoraggio online dei principali parametri inquinanti sugli impianti di Assago, Canegrate, Cassano d'Adda, Pero, San Giuliano Est, Peschiera Borromeo, Sesto San Giovanni e Truccazzano.